Ortopedia

TRATTAMENTO DELLE FRATTURE PROSSIMALI DI OMERO CON INNESTI OSSEI DI ORIGINE EQUINA

2016
Autore : Lucidi G.

L’utilizzo di innesti ossei di origine equina può contribuire al successo del trattamento delle fratture prossimali di omero.

La scheda riepiloga i risultati di un’analisi retrospettiva delle cartelle cliniche dei pazienti sottoposti a riduzione e sintesi chirurgica di una frattura dell’omero prossimale tra gennaio 2008 e novembre 2012. Sono stati inclusi pazienti con una frattura di grado da 2 a 4 secondo Neer, trattata posizionando una placca LCP e con innesto concomitante dei blocchi e/o cunei Bioteck. I risultati si riferiscono a 117 pazienti, 49 uomini e 68 donne, di età media di 67.2 ± 12.6 anni, con fratture di grado 2, 3, 4 secondo Neer rispettivamente nel 15, 52 e 33% dei casi.

Dopo un anno si è eseguito un controllo radiografico e la funzionalità articolare è stata valutata attraverso la scala di Constant-Murley. I risultati di questo studio retrospettivo dimostrano come l’impiego dei sostituti ossei Bioteck rappresenti un ausilio efficace nel trattamento delle fratture di omero prossimale attraverso tecnica ORIF e posizionamento di una placca LCP.

PRODUCTS USED: Osteoplant block OSP-01A OSP-01-B, Osteoplant wedge OSP-05 OSP-05B OSP-06 OSP-06B 

Bioteck Othopedics Sheets, Bioteck Academy Sheets
Logo Bioteck Academy


Vicenza
Sede Amministrativa e legale
via E. Fermi, 49
36057 Arcugnano, Vicenza (VI) - Italia
Tel. +39 0444 289366
Fax: +39 0444 285272


Contattaci


Torino
Centro Polifunzionale di produzione
Via G. Agnelli, 3
10020 Riva presso Chieri, Torino (TO) - Italia

Copyright © 2020 Bioteck S.p.A. - Privacy Policy - Cookie Policy